Moderni per Tradizione Mappa del Sito  |  Ricerca      
Home Page Banco Azzoaglio
Home Page La Banca Le Agenzie Prodotti Risparmio Servizi On Line Notizie Contatti
NOTIZIE
Notizie Locali
Alba
Cairo
Ceva
Monregalese
Azzoaglio
Risparmio Gestito


N O T I Z I E   L O C A L I 

M A R T E D Ì   2 4   A P R I L E   2 0 1 8 Torna all'Elenco Notizie

CASO CARCERE: PRANDI SCRIVE AI PARLAMENTARI

Il garante albese delle persone private della libertà, Alessandro Prandi, ha preso carta e penna e scritto una lettera ai neo eletti al Parlamento della provincia di Cuneo. Oggetto della missiva, inviata per conoscenza anche al garante regionale Bruno Mellano, al Provveditore per l’Amministrazione carceraria Liberato Guer­riero, al sindaco albese Maurizio Marello e alla direttrice del carcere “Giuseppe Montalto” Giuseppina Piscioneri, è lo stato dell’arte relativo alla situazione della casa di detenzione di località Toppino e alla sua riapertura.
Esaurita la premessa cronologica delle difficoltà incontrate dalla struttura in seguito alla chiusura del gennaio 2017, successivamente al verificarsi di alcuni casi di infezione da Legionella, la lettera riassume per i parlamentari locali l’attuale situazione del carcere e sottolinea le incongruenze del cronoprogramma che, nelle intenzioni degli addetti ai lavori, prevedeva «il completo recupero dell’istituto per la fine del 2017».
Come noto, ad oggi è attivo solamente lo spazio già destinato ai “collaboranti”. Essendo fisicamente separato dalla struttura è stato infatti possibile riattivarlo sen­za interventi tecnici particolarmente onerosi.
«Quell’area però – scrive Prandi – sarebbe destinata a 35 ospiti e già ne contiene 42. La lettura del cronoprogramma, nella stesura dell’autunno scorso, indica ora come termine dei lavori di recupero complessivo la fine del 2019. Il 22 marzo 2018 il sito del Ministero della Giustizia ha pubblicato il prospetto del Piano per l’Edilizia Penitenziaria 2018-2020. Per quanto attiene al “Montalto” si legge che l’importo per i lavori previsti è stato rivisto a quota 4,5 milioni di euro ma non è indicata alcuna data per l’inizio degli interventi».
«Posso convenire – continua il garante albese – che i problemi del carcere “Montalto” non siano i più gravi rispetto ai molti con cui dobbiamo confrontarci. Ritengo però doveroso sottoporre ai “nostri” parlamentari alcuni spunti di riflessione. Partendo dalla situazione dei 116 lavoratori che operano nel carcere e delle loro famiglie, sottolineando che stiamo parlando di beni dello Stato e quindi della collettività. Inoltre in questa situazione viene meno ogni attività finalizzata al reinserimento sociale dei reclusi. Concludo ricordando che il permanere di una situazione incerta altro non fa che minare il già fragile rapporto fiduciario con la politica e con le istituzioni».

Il Corriere di Alba

 


24 APRILE 2018
Notizie Locali
- CASO CARCERE: PRANDI SCRIVE AI PARLAMENTARI

- NUOVO OSPEDALE: 176MILA EURO DAL 5‰

- DA VERONA CON AMORE: IL VINITALY 2018 FA FELICI I NOSTRI PRODUTTORI

- ORDINI SU DEL 20%: LE INDUSTRIE DELLA GRANDA ORA VEDONO POSITIVO

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO
Alba

- RENDICONTO 2017, ANNATA “GRAN RISERVA” PER I CONTI DEL COMUNE

- TRICOLORI IN CITTÀ; PER CELEBRARE IL 25 APRILE

- CONOSCERE LA BORSA: L’EINAUDI TORNA AI VERTICI DEL CONCORSO
Ceva

- ARRIVA LA 40ª FESTA DELLA BARBERA A SPASSO PER CASTAGNOLE LANZE

- SANTO STEFANO BELBO UN NUOVO DIRETTIVO PER TUTELARE IL FUTURO DEGLI STORICI SORÌ

- DOGLIANI PREMIATI I VOLONTARI VIGILI DEL FUOCO PER I 130 ANNI DI LAVORO SU DOGLIANI

© 2001 BANCO AZZOAGLIO