Moderni per Tradizione Mappa del Sito  |  Ricerca      
Home Page Banco Azzoaglio
Home Page La Banca Le Agenzie Prodotti Risparmio Servizi On Line Notizie Contatti
NOTIZIE
Notizie Locali
Alba
Cairo
Ceva
Monregalese
Azzoaglio
Risparmio Gestito


N O T I Z I E   L O C A L I 

M A R T E D Ì   1 2   D I C E M B R E   2 0 1 7 Torna all'Elenco Notizie

A UN ANNO DAL VARO ANCORA DISAGI SULLA ALBA-TORINO ELETTRIFICATA: «17 MILIONI DI EURO SPESI MOLTO MALE»

«Diciassette milioni di euro spesi per avere un servizio peggiore. Sono stati due anni di disservizi e ogni giorno siamo costretti ad affrontare ritardi e cancellazioni».
Con queste parole uno dei tanti viaggiatori iscritti al gruppo Facebook “Pendolari #Sfm4”, che ci richiede di restare anonimo, ci racconta l’odissea di chi deve viaggiare sulla linea ferroviaria Alba-Torino. «Non ho problemi a metterci la faccia – ci racconta – semplicemente ci terrei che a parlare fosse l’intero gruppo, perché si sa: l’unione fa la forza».
A un anno dalla sua elettrificazione è giunto il momento di tracciare un bilancio sul funzionamento della linea che tramite il Servizio Ferroviario Metropolitano collega la capitale delle Langhe al capoluogo cisalpino.
A giudicare da chi giornalmente ha scelto di utilizzarla la situazione è diventata insostenibile. I problemi riguardano le infrastrutture, i mezzi, i servizi di biglietteria e, ovviamente, gli orari.
«Ne abbiamo già viste di tutti i colori – ci racconta il portavoce –. Dai pantografi che si sono staccati, ai passaggi a livello che rimangono aperti mentre passa il treno. Senza dimenticare i treni, che spesso non sono adatti per i disabili. Sembra incredibile, ma dopo aver alzato i marciapiedi delle stazioni, chi è in carrozzina non è in grado di salire sui convogli per i dislivello che si crea. Basta scorrere le testimonianze lasciate sulla nostra pagina per capire che tipo di servizio ci viene offerto».
Al di là di questi problemi affatto secondari, ci sono poi quelli dei ritardi e delle cancellazioni. «Non c’è giorno in cui i treni non registrino ritardi anche consistenti. Noi pensiamo che i problemi siano determinati dal nodo torinese, che essendo sovraccarico di mezzi, crea veri e propri ingorghi alla circolazione. Basta un semaforo rosso per determinare un effetto domino che si riverbera sulla nostra linea. Forse, se avessero previsto un cambio a Carmagnola tutto questo non si sarebbe verificato. Avessero lasciato i locomotori a gasolio e utilizzato quei soldi per risistemare il collegamento con Asti, forse a­vreb­bero fatto meglio. Invece no, da due anni siamo costretti a subi­re disservizi, molti di noi a causa dei ritardi sono a rischio licenziamento, mentre gli studenti molto spesso si perdono le prime ore di lezione. E che dire, poi, delle biglietterie che emettono abbonamenti con scadenza sbagliata, qualcuno se n’è accorto per caso, per fortuna l’hanno rimborsato».
Difficile trovare una soluzione, i pendolari sono sul piede di guerra e stanno pensando di organizzare manifestazioni di protesta anche eclatanti. «Qualcuno ha pensato di chiamare il Gabibbo e “Striscia la Notizia”, altri propendono per lo sciopero degli abbonamenti. Ci stiamo pensando e l’obiettivo è di fare fronte comune. Trenitalia ha un direttore regionale incaricato di risolvere i problemi (Francesca Raciti, ndr), ci piacerebbe che prendesse a cuore la situazione. Per ora non ci resta che vivere alla giornata e sperare che i treni viaggino in modo regolare, ma c’è chi ha già perso la pazienza, scegliendo il trasporto su gomma. La nostra salvezza è il pullman 45 F del consorzio Granda Bus, che almeno ci garantisce di arrivare a destinazione in orario».

Vincenzo Nicolello

Il Corriere di Alba

 


12 DICEMBRE 2017
Notizie Locali
- LA FONDAZIONE NUOVO OSPEDALE ACQUISTA 400 LETTI PER DEGENZE PRIMI PROTOTIPI IN ARRIVO A VERDUNO

- OCCUPAZIONE +25%, MA PER I LAVORATORI RESTA L’OMBRA DELLA PRECARIETÀ

- DIECI ETTARI IN PIÙ PER IL BAROLO LA CIA CONTESTA RICHIESTA DEL CONSORZIO

- A UN ANNO DAL VARO ANCORA DISAGI SULLA ALBA-TORINO ELETTRIFICATA: «17 MILIONI DI EURO SPESI MOLTO MALE»

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO
Alba

- PRIMA NEVE DELL’ANNO E PRIME POLEMICHE SUL RIPRISTINO DELLE STRADE

- DALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA ARRIVA UN TESORETTO DA 130MILA EURO

- MADRE E FIGLIO FINITI IN STRADA: «ADESSO VI RACCONTO LA MIA VERITÀ»

- PIAZZA DEL DUOMO ATTENDE VECCHIONI
Ceva

- LANGA DEL BAROLO UNIONE VUOLE L’AUTO ELETTRICA

- GRINZANE CAVOUR CONTESSA DI CASTIGLIONE: UN LIBRO SULLA SUA FIGURA

- SANTO STEFANO BELBO STUDENTE NOMINATO ALFIERE DEL LAVORO

- DIANO D’ALBA PASSANO COL ROSSO, PERICOLO DI SCHIANTI

© 2001 BANCO AZZOAGLIO