Moderni per Tradizione Mappa del Sito  |  Ricerca      
Home Page Banco Azzoaglio
Home Page La Banca Le Agenzie Prodotti Risparmio Servizi On Line Notizie Contatti
NOTIZIE
Notizie Locali
Alba
Cairo
Ceva
Monregalese
Azzoaglio
Risparmio Gestito


N O T I Z I E   L O C A L I 

M A R T E D Ì   2 4   A P R I L E   2 0 1 8 Torna all'Elenco Notizie

ORDINI SU DEL 20%: LE INDUSTRIE DELLA GRANDA ORA VEDONO POSITIVO

Premi di risultato e contratti di secondo livello, così come tutte le misure legate al welfare aziendale, sono stati al centro del dibattito che giovedì 12 aprile ha chiuso l’incontro organizzato da Confindustria Cuneo per presentare i dati di previsione economica per il 2° trimestre dell’anno. Dal 2016, data in cui per la prima volta si è definita la defiscalizzazione di alcune forme di welfare, sono infatti 46 le imprese (per un totale di 6.500 dipendenti) che si sono rivolte all’ente cuneese per introdurre all’interno dei propri contratti misure che tutelino e agevolino il lavoratore.
«Il welfare – commenta il direttore di Confindustria Cuneo Giuliana Cirio – offre la possibilità agli imprenditori di pensare a un nuovo rapporto di fidelizzazione coi dipendenti, chiave per aumentarne la produttività. L’obiettivo è quello di portare sempre più piccole e medie imprese a questa maturazione culturale». Per farlo Confindustria continuerà a fornire supporto sugli aspetti normativi e fiscali e nella predisposizione di accordi o regolamenti.
Accanto ai dati sul welfare, l’incontro del 12 aprile è servito innanzitutto per definire le linee di previsione per il trimestre in corso (aprile, maggio e giugno). Il Centro Studi di Confindustria ha preso in esame 300 imprese campione di differenti settori e definito un quadro decisamente positivo, soprattutto per il manifatturiero. Tutti i principali indicatori economici, secondo l’indagine, sarebbero in risalita rispetto al trimestre precedente, con l’eccezione dell’export che si mantiene su valori positivi ma più cauti. Ottime le attese sugli ordini, che crescono del 19,8% contro il +1,2% di dicembre e portano come conseguenza un notevole aumento anche nella produzione, al +20,8%. A spingere sarebbe soprattutto il mercato interno. A livello settoriale le indicazioni più favorevoli provengono dalla metalmeccanica e dall’alimentare. Bene i manifatturieri vari. Previsioni più positive rispetto allo scorso trimestre per la chimica-gomma-plastica. In ritardo l’edilizia.
«I numeri dicono che stiamo andando nella giusta direzione – commenta il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola –. Gli indicatori infondono fiducia: nel cuneese la manifattura è tornata a fare la parte del leone con un saldo sugli ordini che si è impennato grazie alla ripresa dei consumi interni. Bene l’occupazione: se nel primo trimestre era emersa una situazione di stallo, ora il saldo sale di 12 punti percentuali».

Il Corriere di Alba

 


24 APRILE 2018
Notizie Locali
- CASO CARCERE: PRANDI SCRIVE AI PARLAMENTARI

- NUOVO OSPEDALE: 176MILA EURO DAL 5‰

- DA VERONA CON AMORE: IL VINITALY 2018 FA FELICI I NOSTRI PRODUTTORI

- ORDINI SU DEL 20%: LE INDUSTRIE DELLA GRANDA ORA VEDONO POSITIVO

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO
Alba

- RENDICONTO 2017, ANNATA “GRAN RISERVA” PER I CONTI DEL COMUNE

- TRICOLORI IN CITTÀ; PER CELEBRARE IL 25 APRILE

- CONOSCERE LA BORSA: L’EINAUDI TORNA AI VERTICI DEL CONCORSO
Ceva

- ARRIVA LA 40ª FESTA DELLA BARBERA A SPASSO PER CASTAGNOLE LANZE

- SANTO STEFANO BELBO UN NUOVO DIRETTIVO PER TUTELARE IL FUTURO DEGLI STORICI SORÌ

- DOGLIANI PREMIATI I VOLONTARI VIGILI DEL FUOCO PER I 130 ANNI DI LAVORO SU DOGLIANI

© 2001 BANCO AZZOAGLIO