Moderni per Tradizione Mappa del Sito  |  Ricerca      
Home Page Banco Azzoaglio
Home Page La Banca Le Agenzie Prodotti Risparmio Servizi On Line Notizie Contatti
NOTIZIE
Notizie Locali
Alba
Cairo
Ceva
Monregalese
Azzoaglio
Risparmio Gestito


N O T I Z I E   L O C A L I 

M A R T E D Ì   2 4   A P R I L E   2 0 1 8 Torna all'Elenco Notizie

DA VERONA CON AMORE: IL VINITALY 2018 FA FELICI I NOSTRI PRODUTTORI

Tutti contenti. Calato il sipario sulla quattro giorni del Vinitaly 2018 i produttori nostrani sono generalmente concordi nell’affermare che la rassegna veronese ha fatto nuovamente centro. Sembrano lontani anni luce gli anni della crisi, oggi piccoli e grandi produttori hanno potuto sfruttare questo atteso appuntamento commerciale per firmare contratti, avviare nuove collaborazioni e presentare interessanti novità dal mondo di Bacco.

RESSA E CODE
Non c’è nulla da recriminare. Se decidi di andare a Verona Fiere devi mettere sul piatto lacrime e sangue. Lunedì erano 20 i km di coda in autostrada. Da Sommacampagna ci sono volute due ore per raggiungere i padiglioni. Impegnatissimi gli ausiliari del traffico, ma solo per fare multe a chi non voleva pagare i salati parcheggi della Fiera.

tutti soddisfatti
Abbiamo chiacchierato con moltissimi produttori piemontesi e tutti hanno confermato la buona qualità degli incontri con gli operatori. Il giorno migliore? All’unanimità, e a sorpresa, pare sia stato la domenica. Il lunedì, solitamente dedicato ai ristoratori, si è rivelato un po’ più fiacco. Bene ancora il martedì, mentre il mercoledì è stato caratterizzato da un’aria di disarmo pre chiusura. Nota dolente i bevitori incalliti e i bagarini. Gli 80 euro del biglietto non hanno scoraggiato i primi, che si sono gettati tra le braccia dei secondi per ottenere coupon di ingresso scontati ed entrare nei padiglioni espositivi per “degustare”.
Sono invece spariti dai radar gli asiatici, ma questo per molti è un dato positivo, vista la loro propensione a “tirare” sui prezzi.

LE NOVITÀ
Tutti a scimmiottare il Veneto. Ormai è assodato. L’ossessione per il Prosecco e i vini beverini ha colpito anche molti produttori di casa nostra. In diversi stand abbiamo osservato un florilegio di bollicine da 7-8 euro: alcune (Brachetto rosè secco, Arneis spumante) ci hanno convinto pienamente, altre (alcune varianti di Asti Secco) un po’ meno.
Si sono moltiplicati anche i prodotti giovani e “spartani”: abbiamo visto Dolcetti con tappo a corona e Nebbioli freschi d’annata, ma spesso lasciano perplessi i prezzi. Come è mai possibile acquistare un vino da pasto e pagarlo oltre 15 euro? Non tutti sono milionari, ahinoi.

Il Corriere di Alba

 


24 APRILE 2018
Notizie Locali
- CASO CARCERE: PRANDI SCRIVE AI PARLAMENTARI

- NUOVO OSPEDALE: 176MILA EURO DAL 5‰

- DA VERONA CON AMORE: IL VINITALY 2018 FA FELICI I NOSTRI PRODUTTORI

- ORDINI SU DEL 20%: LE INDUSTRIE DELLA GRANDA ORA VEDONO POSITIVO

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO
Alba

- RENDICONTO 2017, ANNATA “GRAN RISERVA” PER I CONTI DEL COMUNE

- TRICOLORI IN CITTÀ; PER CELEBRARE IL 25 APRILE

- CONOSCERE LA BORSA: L’EINAUDI TORNA AI VERTICI DEL CONCORSO
Ceva

- ARRIVA LA 40ª FESTA DELLA BARBERA A SPASSO PER CASTAGNOLE LANZE

- SANTO STEFANO BELBO UN NUOVO DIRETTIVO PER TUTELARE IL FUTURO DEGLI STORICI SORÌ

- DOGLIANI PREMIATI I VOLONTARI VIGILI DEL FUOCO PER I 130 ANNI DI LAVORO SU DOGLIANI

© 2001 BANCO AZZOAGLIO